Giorgio Bassani, la comunicazione innovativa dell’Isola d’Elba, era il 1971

Nel 1971 l’Ente per la Valorizzazione dell’Isola d’Elba, l’EVE per intenderci, festeggiò i vent’anni della sua istituzione. In quell’occasione si concesse una pubblicazione inedita alla cui stesura collaborò, tra gli altri, anche Leonida Foresi.

ente_valorizzazione_elba

Un’austera copertina blu con una scritta EVE in bianco apriva un elenco di eventi storici – alcuni molto curiosi come quello dei canarini per esempio – intitolati “Visoni, fatti e leggende di un’isola d’Elba sconosciuta”. Il volume, edito da Umberto Boeri Editore in Roma, si concedeva il lusso di una introduzione affidata a Giorgio Bassani che, nell’allora 1971, confidava nel rispetto di un’isola che doveva fondare il suo futuro sull’equilibrio fra espansione economica e non-alienazione dell’ambiente. Senza dubbio una comunicazione innovativa e non banale per quei tempi, in particolare per aprire un volume dedicato a un’ente di promozione turistica.

Evitare che il serpente si morda la coda, prevenire le conseguenze letali dell’ingordigia compiuta in nome del solo ricordo di una fame da tempo superata: questi i termini di una problematica che riguarda da vicino anche l’Elba, satura ormai di complessi alberghieri, di sviluppo edilizio che rischia di distruggere la risorsa prima del turismo: il patrimonio paesaggistico dell’isola.

Trovare un punto ottimale di equilibrio tra sviluppo edilizio e conservazione dei valori naturali del luogo; stabilire i limiti, anche nei confronti della possibilità oggettiva di accogliere il sempre crescente turismo, della compatibilità fra espansione economica e non-alienazione dell’ambiente: ecco una primaria esigenza dei nostri tempi, una necessità che riguarda non soltanto chi prende le decisioni in proposito, ma anche chi le subisce.

Anche se sembra ormai incredibile esser costretti a ripetere queste cose, noi di “Italia Nostra” le diciamo ancora una volta: per l’arcipelago toscano tutto, e i primo luogo per l’isola d’Elba.

Giorgio Bassani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cookieassistant.com